2013-2014 – XIII edizione

Azione locale partecipata e sviluppo urbano sostenibile

Università IUAV di Venezia
in collaboratione con il Dastu, Politecnico di Milano
con il patrocinio di Associzione Nazionale Comuni Italiani Anci,
Fondazione Patrimonio Comune,
e Coordinamento delle Agende 21 Locali italiane

 

Contenuti ed obiettivi
Il corso, coordinato da Liliana Padovani a partire dal 2000, e giunto alla tredicesima edizione, tratta diverse accezioni e diversi modi di strutturazione della partecipazione pubblica, con riferimento a contesti territoriali e socio-organizzativi in trasformazione. L’attenzione è posta principalmente a politiche e pratiche di coinvolgimento e all’attivazione delle risorse locali, alla sostenibilità economica sociale e ambientale delle iniziative promosse, alla collaborazione interistituzionale e al coinvolgimento dei cittadini nelle politiche pubbliche.
Si intende così offrire un’ampia e accurata disamina delle situazioni in cui, sia dentro che fuori la pubblica amministrazione, è richiesto un approccio dialogico, interattivo, aperto alle istanze di più soggetti.
I campi di interesse sono:

  • – la costruzione di programmi, piani e progetti partecipati;
  • – la gestione creativa dei conflitti;
  • – le strategie di rigenerazione urbana e le azioni ‘dal basso’ condotte per la produzione/riproduzione di beni comuni;
  • – i bilanci partecipativi;
  • – l’e-government e l’e-participation.

L’obiettivo è quindi quello di rispondere a nuove domande formative e di aggiornamento per diversi profili di competenza.

Profili
Il corso è rivolto in particolare a: tecnici, funzionari e dirigenti delle pubbliche amministrazioni o di società private, professionisti, operatori del mondo della cooperazione e giovani neo-laureati, che desiderino arricchire le proprie conoscenze sui metodi e le tecniche per l’ascolto e il coinvolgimento, per la costruzione di strategie e scelte condivise, e per progettare, valutare, attuare politiche e servizi adottando un approccio partecipativo.
Il corso è aperto a laureati che provengono da ambiti disciplinari diversi. Lo scambio di conoscenze tra le diverse provenienze professionali e culturali degli iscritti costituisce una delle ricchezze del corso.

Durata e modalità organizzative
Periodo: da febbraio a maggio 2014.
Il corso si svolgerà nelle giornate di venerdì e sabato e avrà la durata di 94 ore di didattica a contatto (lezioni, laboratori, workshop).
Per l’articolazione del corso del corso si veda il programma dettagliato.

Didattica
Il corso, strutturato in seminari, attività laboratoriali, simulazioni e sperimentazione di tecniche, prevede contributi su:

  • – i nodi fondamentali della teoria e degli strumenti in uso nelle pratiche partecipative, a partire da alcune parole chiave: interazione, ascolto, capacitazione, costruzione di scenari, gestione del conflitto;
  • – pratiche, tecniche e tecnologie di partecipazione messe in atto in diversi contesti.

In particolare i contributi sono organizzati attorno ai seguenti temi principali:

  • – processi inclusivi di trasformazione urbana e territoriale (piani strategici, piani urbanistici, interventi di social housing, politiche integrate di rigenerazione, politiche sociali e del lavoro);
  • – iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento della cittadinanza finalizzate alla sostenibilità ambientale, economica e sociale, alla solidarietà, al mutamento di stili di vita e modelli di consumo (eventi pubblici, campagne comunicative, città amiche dei bambini e degli adolescenti, orti urbani, gruppi di acquisto)
  • – policy making e democrazia, con riferimento alla varietà di percorsi e strumenti in grado di affiancare o sostituire le più consolidate forme di organizzazione amministrativa (deliberative poll in italic, giurie dei cittadini, town meeting, open space technology), alle esperienze mature di e-democracy (social network, sondaggi, webinar, online communities) e ai dispositivi di confronto tra pubbliche amministrazioni e cittadinanza nella produzione di scelte efficaci (bilancio partecipativo, …).

È previsto un seminario di apertura del corso aperto al pubblico,
e un laboratorio su un caso concreto di partecipazione, a Milano – San Siro. Tutti gli incontri saranno strutturati in modo da favorire l’interazione tra relatori e corsisti.

Crediti e certificazioni rilasciate
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.
I partecipanti dotati di un titolo di laurea che frequentano almeno il 70% delle 112 ore di lezione e di laboratorio hanno la possibilità di acquisire 8 cfu. L’assegnazione dei crediti verrà effettuata da una commissione sulla base della valutazione dell’elaborato finale concordato con i responsabili del corso.

Stage
A conclusione del corso viene offerta la possibilità di effettuare uno stage facoltativo sui temi sviluppati, presso enti privati e pubblici, individuati e/o concordati con la responsabile del corso. Questa attività rientra nell’ambito dell’offerta di tirocini e di avvio al lavoro gestita attraverso convenzioni, dall’Università Iuav di Venezia.

Ammissione ed iscrizione al Corso
Possono iscriversi al Corso i laureati in possesso almeno di laurea triennale, o di laurea conseguita in Italia secondo gli ordinamenti previgenti il D.M.509/99, o di equivalente titolo europeo.
Il numero massimo di posti è fissato in 35.
Il corso sarà attivato con un numero minimo di 21 iscritti.
Tassa di iscrizione al Corso: totale € 1.066,00.
Sono ammessi al corso, a titolo gratuito fino ad un massimo di 5 studenti laureandi Iuav che intendano sviluppare tesi di laurea sui temi dell’azione locale partecipata.

Per la domanda di ammissione devono essere seguite le modalità previste dal bando di ammissione.

 

aggiornamento 13I2014

I commenti sono chiusi.